Santuario di San Gennaro alla Solfatara, storia e itinerari

Un antico santuario di culto nella zona Flegrea, precisamente nei pressi della Solfatara, dove nel 305 il vescovo di Benevento, Gennaro, e i suoi compagni furono decapitati per il martirio. Ed il luogo acquisisce un enorme importanza dal punto di vista storico e folkloristico anche per questo episodio storico, visto che i napoletani lo vedono come un luogo commemorativo del proprio santo patrono.
Il Santuario di San Gennaro alla Solfatara
fu realizzato sul finire del XVI secolo nel luogo che ospitava in precedenza una chiesa dell’VII secolo, nel corso dei secoli successivi fu interessato da diversi interventi di restauro. Oggi il santuario è visto come un luogo di culto da tutti i napoletani, una piccola chiesa che va a commemorare il loro santo.
Il Santuario di San Gennaro alla Solfatara
custodisce due reliquie di grande valore storico: la pietra sulla quale sarebbe stato decapitato San Gennaro; e un busto sempre del santo patrono di Napoli risalente al XII secolo ed al quale sono stati attribuiti, nel corso degli anni, diversi miracoli.

Scopri il percorso direttamente dal tuo smartphone