Anfiteatro Flavio di Pozzuoli: storia e itinerari

L’Anfiteatro Flavio di Pozzuoli è un esempio di architettura romana tra i più eccezionali ancora visibili, il terzo anfiteatro più importante, per dimensioni, mai realizzato dai Romani dopo il Colosseo (da cui l’Anfiteatro di Pozzuoli riprende il nome di ‘Flavio’) e l’anfiteatro dell’Antica Capua.
Il valore archeologico custodito in questo luogo è evidente: fu edificato nel I secolo d.C. e fu utilizzato inizialmente per i combattimenti tra gladiatori, come succedeva per il Colosseo a Roma, ed altri spettacoli. L’anfiteatro di Pozzuoli
riusciva ad ospitare fino a 40mila spettatori. Il tutto è testimoniabile dalla struttura dell’anfiteatro, dalla sua fossa posta al centro e dai sistemi di sollevamento per le gabbie delle belve.
La particolarità dell’Anfiteatro Flavio di Pozzuoli è quella di essersi conservato integralmente come nessun altro anfiteatro dell’antichità: motivo per il quale merita di essere visitato almeno una volta durante un tour di Pozzuoli e dintorni.

Scopri il percorso direttamente dal tuo smartphone